Dieta Atkins, dimagrire con intelligenza

dietaLa dieta Atkins è una dieta di tipo dissociata, nella prima fase simile alla Dieta Plank o alla dieta Dunkan.

La dieta Atkins sostiene che l’obesità sia legata al modo in cui il nostro corpo metabolizza gli zuccheri e il meccanismo di insulina, ormone generato nel pancreas utilizzato per mantenere stabile i livelli di glucosio in circolazione nel sangue. Sul ruolo fisiologico di questo ormone, si basano gli studi del dottor Atkins.

 

La dieta Atkins si divide in tre fasi: la fase di induzione, la fase di perdita di peso progressiva e fase di mantenimento.

Dieta Atkins: Fase Induzione

Questa fase dura per 2 settimane e bisogna eliminare completamente i carboidrati dalla dieta.

In un primo momento il corpo brucia gli zuccheri che ha immagazzinato nel fegato e nei muscoli come glicogeno, di solito ci vogliono circa 3 o 4 giorni per esaurire le scorte, dopo di che si inizia a usare il grasso immagazzinato con una notevole perdita di peso.

Quando il corpo brucia i grassi produce sostanze chiamate chetoni. Se questi chetoni compaiono nelle urine è un segno che si sta bruciando grassi (da non confondere con la presenza di corpi chetonici nelle urine). Oltre alla bilancia si può dosare il proprio grado di dimagrimento comprando delle strisce reattive all’acetone in farmacia e controllare comodamente da casa.

Si può mangiare:

Carne (esclusi i fegati), pesce, crostacei, e in qualsiasi quantità.
Grassi, qualunque oli, la maionese, burro è alcun limite.
Uova nella forma e nella quantità desiderata
Formaggi stagionati o medio stagionati
Bere: acqua, caffè decaffeinato, tè.

Non si può mangiare:

Zucchero e derivati
Farina e le cose che contengono, come pane, pasta …
Cereali, frutta, mais e legumi.
Patate e amidi.
Latte e tutto ciò che è oltre il 10% di idrati.

Si può cucinare ciò che si mangia come si vuole: al forno, alla griglia, fritto e mangiato a sazietà.

L’importante è non mangiare senza fame!

Presto vi accorgerete che il vostro appetito sta diminuendo.

Dopo queste due settimane bisogna cominciare a elevare il livello di carboidrati di 5 grammi al giorno per una settimana, se la perdita di peso dura ed i test all’acetone positivi, aumentare con altri 5 grammi di carboidrati la prossima settimana.

Continuare fino a quando si smette di perdere peso e il test dell’acetone diventa negativo.
dieta

Dieta Atkins: La fase di perdita di peso progressiva

Sembra così semplice che può essere difficile in un primo momento. Fare una transizione dalla perdita di peso a mantenimento aumentando l’assunzione di 10 gr a settimana fino a che si individuano le quantità per mantenere il peso. Tenere sotto controllo la bilancia ma sopratutto le strisce reattive del test dell’acetone.

dieta

Dieta di Atkins: Fase di mantenimento

Si arriva a questo punto quando si raggiunge un punto in cui non si vuole più perdere di più.

Ci si può dare alla pazza gioia, mantenendo però un occhio di riguardo per la bilancia, e riprendere a seguire la dieta quando si riprendono i 3 o 4 chili.