Cappelli mania: come indossare il basco

cappello donna idee bascoDedicato a donne glamour, frizzanti e con un tocco bon ton, il basco fa capolino senza rinunciare ad acconciature e look sofisticati. Messa a fuoco sul viso, grazie alla sua linea priva di visiera e immagine seducente e ostentatamente maschile, può essere in feltro, lana, jeans, in tweed o pied de poule e magari con un grande pon pon.

I primi a utilizzarlo furono i contadini dei Paesi Baschi da cui prende il nome e poi reinterpretato negli anni ’80 nelle rivolte operaie del Socialismo italiano, lo ricordiamo anche nell’immagine storica di Che Guevara e fortemente utilizzato in ambito militare. Passando dalle armi all’arte è anche universalmente considerato il cappello dei pittori.

basco
Di gran utilizzo per le donne, precisamente intorno agli anni ’20 con il celebre film “Bonnie e Clayde” dove una splendida Faye Dunaway lo indossava con gran classe e disinvoltura.
Indimenticabile l’immagine di stile che spopola anche oggi di Coco Chanel e di altri importantissimi personaggi femminili fotografate con il basco, come Elisabetta II, Audrey Hepbrun, Brigitte Bardot e tante altre.

basco-cappello-per-donna

cappello-di-lana-donna-per-inverno

Caldo, comodo, da indossare rigorosamente inclinato, abbinato anche ad un abbigliamento casual, aggiunge quel delizioso tocco retrò e parisienne. Per questa stagione invernale il basco è sicuramente uno degli accessori vintage più chic e da tenere sempre nell’armadio.

Come abbinare il basco

Diane Kruger basco nerodiane kruger bascolea michele con un basco biancoanne hathaway ceppello basco

Abbinare il basco non è difficile se si parte da una regola di base che è quella di coordinarlo con sciarpa e cappello. I richiami sulle scarpe o pantaloni dello stesso materiale, quindi lana su lana o pail su pail sarebbe l’ideale per una mise perfetta.
Gli abbinamenti con il vestiario sono tantissimi, di gran voga tra le star di Hollywood e fashion blogger quello casual ma anche sexy indossando il basco abbinato a tacchi a spillo.

Miriam Maggi