Un’idea di menù per celiaci a base di pesce

riso venere gamberetti e verdure copiaPer fortuna l’industria alimentare è molto attenta e non ci priva di prodotti gluten free. Sono però tantissimi gli alimenti che possono essere consumati dai celiaci, comodamente acquistabili al mercato e non per forza “modificati”!

Ecco un menù a base di pesce creato appositamente per voi che siete intolleranti al glutine, ma che farà leccare i baffi a tutti!

Menù per celiaci

  • Riso venere con gamberetti e verdure

Viene anche detto riso nero, per via del suo colore e, oltre ad essere squisito, è anche chic e di grande effetto!

riso-venere-gamberetti-e-verdure

Ingredienti per 4 persone:

–       250 gr. di riso venere

–       1 kg. di cozze pulite

–       300 gr. di gamberi sgusciati

–       1 scatola di mais

–       4 pomodori maturi

–       Un mazzetto di prezzemolo

–       Olio extravergine d’oliva

–       Rucola

–       Sale e pepe q.b.

–       scalogno

 

Preparazione:

Quando si preparano piatti col pesce, la parte più complicata consiste sempre nel non saperli pulire o impiegarci tanto tempo nel farlo.

Se avete la fortuna di trovare un pescivendolo paziente e gentile, vi eviterà il lavoro con la sua maestria, ma per ogni evenienza, vi do io qualche dritta!

Cozze. La loro freschezza si evince la guscio chiuso, di colore nero lucente e dall’odore gradevole e leggero. Per pulirle iniziate col passarli sotto l’acqua corrente, eliminando con la lama di un coltello le incrostazioni e i cirripedi. Staccate manualmente il bitto che fuoriesce dalle valve. Strofinateli per bene con una retina. A questo punto potete aprirle: riponetele in un tegame a fuoco vivo e coperchiatele. Ci vorranno all’incirca 5 minuti, dopodiché controllatele e buttate quelle che non si sono aperte.

Gamberetti. Sono freschi quando sono ancora vivi, per cui occhi, zampe e antenne devono essere mobili, di colore vivido e brillante. E se dovessero servirveli già cotti e ancora col guscio, sappiate che la freschezza si basa sulla semplicità con la quale staccherete il carapace! Per pulirli, innanzitutto sciacquateli sotto l’acqua corrente. Servendovi di tagliere e coltello eliminate la testa, con le mani staccate le zampette e il carapace e infine la coda (che in certi casi potete anche lasciare). L’ultimo passo sta nell’eliminare l’intestino, ossia quella striscia nera. Incidete il dorso del gambero con un coltellino o uno stuzzicadenti e tiratelo delicatamente cercando di non romperlo.

Detto questo, presuppongo che abbiate a disposizione i frutti di mare già puliti dunque, dopo averli sciacquati, procedete facendo soffriggere lo scalogno finemente tritato con l’olio extravergine d’oliva, quindi aggiungete il pomodoro a pezzi e infine i frutti di mare. La cottura sarà brevissima. Sfumate con vino bianco e spegnete.

Nel mentre in una padella fate rosolare lo scalogno con l’olio extravergine d’oliva e fate cuocere il riso venere, aggiungendo dell’acqua man mano.

A fine cottura scolate il riso e amalgamatelo al condimento, aggiungendo il mais sgocciolato e il prezzemolo tritato, aggiustate di sale e pepe e servite con i frutti di mare in bella vista.

  • Calamari farciti

Sono un must della cucina e ci lasciano sbizzarrire come meglio vogliamo. Questa ricetta è tra le più semplici!

calamari_ripieni_per-celiaci

Ingredienti per 4 persone:

–       800 gr. di calamari

–       100 gr. di olive nere

–       50 gr. di capperi

–       2 spicchi d’aglio

–       30 gr. di pecorino grattugiato

–       100 gr. di pomodori

–       Olio extravergine d’oliva

–       Passata di pomodoro

–       Sale e pepe q.b.

 

Preparazione:

Pulite i calamari svuotando la sacca e privandoli degli occhi (infilzateli con la punta di un coltello e fate pressione con le dita in modo da determinarne la fuoriuscita) e del dente centrale (per toglierlo, schiacciate con le dita la parte centrale in cui vi sono i tentacoli). Concludete la pulitura con l’esportazione della pelle (incidete delicatamente con coltello e poi eliminatela aiutandovi con un filo d’acqua corrente).

A questo punto procedete tagliando finemente aglio, olive, capperi dissalati e cuocendoli in una padella a fuoco medio, con dell’olio extravergine d’oliva. Aggiungete 4-5 cucchiai di passata di pomodoro.

Riducete il pomodoro a pezzetti, aggiungete il prezzemolo, il pecorino, il sale e il pepe e lasciateli a insaporire.

Con tale composto riempite i calamari e chiudeteli servendovi di uno stuzzicadenti.

Riponete i calamari farciti nel sugo precedentemente preparato e lasciateli insaporire a fuoco lento.

Potete servirli interi o tagliati a rondelle.

 

Teresa Monaco