Come dimagrire con la dieta del sushi

dimagrire dieta sushiDedicata agli amanti dei sapori orientali, la dieta del sushi è particolare nella sua composizione ma ben bilanciata a livello nutrizionale.

Il sushi è un cibo di origine giapponese, composto principalmente da riso bollito e da pesce crudo, nello specifico da tonno e da salmone. Il tutto si accompagna con alghe e con verdure di origine asiatica, ormai facilmente reperibili nei negozi specializzati.

La preparazione del sushi richiede che i cibi siano freschissimi e di provenienza sicura, in quanto vengono consumati prevalentemente crudi. Per cuocere il riso nel modo migliore, può essere utile dotarsi di una vaporiera o di una pentola cuoci riso. Servono inoltre degli strumenti per avvolgere il sushi e realizzare le forme tipiche a rotolino.

Anche gli strumenti per la preparazione sono facili da reperire e sono spesso realizzati in bambù, materiale leggero e naturale. Prima di iniziare la dieta è consigliabile procurarsi gli attrezzi necessari e soprattutto cercare un rivenditore di fiducia dove poter acquistare le materie prime in tutta sicurezza.

strumento sushi makisu

Vi presentiamo quindi una dieta a base di sushi, utile per disintossicarsi e dimagrire. Questa non deve essere protratta per più di una settimana, in quanto è povera di carboidrati e di vitamine derivanti dalla frutta.

Una volta terminata, si può meditare su un mantenimento che preveda il consumo di sushi magari in due giorni della settimana precisi, lasciando spazio ad una moderata dieta mediterranea per il resto del tempo.

sushi su vassoio legno

La dieta del sushi

PRIMO GIORNO (lunedì)
Colazione: una tazza di the verde con un cucchiaino di miele, cereali integrali e uno yogurt magro.
Pranzo: due nigiri di tonno, tramezzini realizzati con riso bollito compresso e con un cuore di pesce crudo e due uraki amazon, tipologia di sushi che associa al il salmone e il mango.
I condimenti previsti richiedono di essere attinti alla tradizione, per cui una spruzzatina di salsa di soia e un piccolo cucchiaino di wasabi possono accompagnare il pasto. Importante è consumare una porzione di insalata verde, arricchita semi di sesamo tostati.
Cena: quattro o cinque namaharumaki classic, preparati con rotoli di carta di riso e insalata mista con gamberi e avocado.

SECONDO GIORNO (martedì)
Colazione: una tazza di the verde con un cucchiaino di miele e dei cereali integrali in un vasetto di yogurt magro. Associare un frutto fresco di stagione
Pranzo: sashimi di tonno e di salmone alternati con hosomaki alle verdure, i tipici rotolini rivestiti di alga e ripieni di verdure crude o cotte al vapore.
Cena:una ciotola di ginger salad, ovvero di insalata composta con verdura verde e zenzero, per secondo tre soypaper pin, rotolini con ripieno di salmone, cetriolo e formaggio morbido come il philadelphia.

TERZO GIORNO (mercoledì)
Colazione: the verde e un panino integrale spalmato di composta di frutta.
Pranzo: due nigiri di tonno e due uraki amazon. A scelta una ginger salad piccola.
Cena: una porzione di sashimi di salmone e riso bollito.

QUARTO GIORNO (giovedì)
Colazione: una tazza di the verde e uno yogurt con bacche di goji essiccate.
Pranzo: insalata di riso giapponese, arricchita di verdura e germogli di soia.
Cena: una zuppa di miso, preparato di semi di soia gialla fermentati molto nutriente.

QUINTO GIORNO (venerdì)
Colazione: una tazza di the verde e uno yogurt magro con cereali integrali.
Pranzo: due fish philadelphia, preparati con riso, salmone e formaggio spalmabile e quattro nama smoked salmon, arricchiti di salmone, avocado, salsa chilli e insalata.
Cena: una zuppa di miso e una ginger salad.

SESTO GIORNO (sabato)
Colazione: una tazza di the verde e una ciotola di frutta fresca di stagione.
Pranzo: zuppa di miso e ginger salad.
Cena : a scelta almeno otto pezzi di sushi vario tra quelli preferiti.

SETTIMO GIORNO (domenica)
Colazione: una tazza di the verde e una ciotola di cereali integrali con yogurt magro.
Pranzo: insalata di riso giapponese, arricchita con germogli di soia e verdura fresca.
Cena: una porzione di ginger salad e una zuppa di miso. Per completare la settimana e rilassare il fisico, aggiungere un piccolo dolce magari composto da riso, philadelphia e nutella, il cosiddetto nut maki.

Non dimentichiamo di bere almeno due tazze di the verde non zuccherato ad ogni pasto e durante gli spuntini, in quanto esso è un vero brucia grassi, antiossidante e perfetto per la digestione.

Ricordiamo che è altamente sconsigliato prolungare questa dieta per più di una settimana, in quanto è troppo povera per rappresentare un regima di dieta perenne.