La vita nei backstages. Tra frenesia e professionalità.

La vita nei backstage rimane ai più sconosciuta e crea sempre molta curiosità. E’ un mondo confusionario… tantissima gente che freneticamente corre da una parte all’altra. Bellissime ragazze, truccatori, vestieriste, parrucchieri, fotografi, giornalisti e addetti ai lavori collaborano infatti tutti con impegno alla realizzazione della sfilata.

L’appuntamento è diverse ore prima del defilé, gli operai montano la scenografia e la passerella, “trucco e parrucco” per le/i modelle/i, le prime interviste per il proprietario del brand e, immancabile, è il catering per rifocillare tutti. Una parte fondamentale per la buona riuscita sono le persone che si occupano di organizzare praticamente il backstage, assegnando a ogni modella/o i vestiti da indossare. Questi ultimi vengono posizionati meticolosamente sugli appositi carrelli con tanto di cartello con il nome dell’indossatrice/ore, il numero delle uscite e una foto per outfit che funge da guida per le vestieriste. Poi si passa alle prove, alle/ai modelle/i viene spiegato come affrontare la passerella: una/o per volta o due per volta ecc.., gli viene sottolineato se e dove fermarsi per le fotografie e la modalità dell’andatura (veloce o lenta). A questo punto è quasi tutto pronto, gli ospiti iniziano a prendere posto e le vestieriste vestono con il primo outfit la/il propria/o modella/o. Ultimi ritocchi e si parte con la ‘linea’. In ordine di uscita le ragazze aspettano dietro le quinte vicino alla regia il via per uscire. Si parte con musica e luci e… si comincia! Nel backstage è questo il momento di maggiore frenesia, appena le/i modelle/i rientrano dopo aver sfilato, se hanno (come nella maggior parte dei casi) altre uscite, devono essere immediatamente cambiate/i, riposizionate/i in linea per poi uscire nuovamente in passerella. Terminata la sfilata, che ha una durata media di 12 minuti, dopo un applauso generale, ci si saluta velocemente e tutti corrono nuovamente per l’organizzazione di defilé per altri brand.

 

Un mondo meraviglioso, pieno di professionisti che per soli 12 minuti lavorano spesso ininterrottamente per giorni. Un mondo dove bisogna unire le proprie forze a quelle degli altri, la collaborazione è necessaria per la buona riuscita. Un mondo fatto di apparenza, di lustrini e materiali ricercati, ma anche una realtà in cui si incontrano grandi professionisti che credono fermamente nel proprio lavoro e che si impegnano con costanza e tenacia per realizzare qualcosa che verrà ricordato.

Tra il Milano Moda uomo, il Pitti bimbo a Firenze e il Milano Moda donna, le sfilate a cui ho potuto assistere sono state molte. Sono state tante anche le persone che ho incontrato e che, chi più chi meno, con disponibilità e gentilezza mi hanno spiegato passo passo il proprio lavoro. Ringraziamenti particolari sento di doverli fare a Meri Marabini (di cui già vi ho parlato) e alle sue collaboratrici Maria Giulia Azario, Arianna Pradarelli, Ardea Pederzoli e Alessandra Rimoldi. Qui di seguito vi offro foto e video che possono farvi capire qualcosa in più di questa magnifica esperienza.

Cristina Pierangeli

 

Backstages Milano Moda Uomo:

 

Backstages Pitti Bimbo:

 

 

 

 

Backstages Milano Moda Donna: