La moda è davvero un mondo frivolo?

sfilataDurante L’Haute Couture di Parigi possiamo notare che maestri di grande stile come Hobeika, Murad e Saab, sono riusciti a scalare la vetta della moda e ad oltrepassare il muro di culture ed etnie diverse facendo capire ai giovani sarti che il Fashion System è aperto a tutti. Sarebbe interessante, secondo me, vedere che anche in Italia ci sia una sorta di integrità, delle nuove generazioni, nel mondo esclusivo del moda che, purtroppo è spesso limitato a membri dell’alta società o a talenti ‘raccomandati‘. Essendo Milano una delle capitali della moda, più importanti al mondo si potrebbe, cominciare ad eliminare lo snobbismo da parte dei media che hanno sia sui giovani e sia su uno dei settori più influenti dell’economia italiana, grazie al quale il nostro Paese può vantare nomi come Ferragamo,Gucci e Prada in tutto il mondo.

 

Giulia Ciccarelli