Intervista col vampiro

Intervista col vampiroPerdonami se porto ancora rispetto per la vita!”

Halloween è da poco passato, ma il clima, mi sembra essere, ancora perfetto per consigliarvi un bel film “horror”.

Dopo avervi consigliato la visione di “Dracula” di Coppola, questa settimana ho voglia di parlarvi di un altro film in cui i protagonisti sono ancora i vampiri, ovvero, “Intervista col vampiro”.

Questo film più che d’horror, lo considero, una bellissima favola, si non fraintendetemi, il tema è quello che è, ed è vero anche che di sangue ce ne è a gogò, ma un film con Tom Cruise, Brad Pitt e Antonio Banderas, non è il sogno di tutte le donne?!?!

Ebbene si, Tom Cruise prima di scientology, Brad Pitt prima di fare e adottare sei figli e Antonio Banderas prima di essere assunto come mugnaio dalla Mulino Bianco, sono stati dei perfetti vampiri.

Intervista col vampiro” è tratto dall’omonimo romanzo di Anne Rice (scrittrice specializzata nel genere horror e fantasy), la cui narrazione copre un arco di tempo che va da fine 700 a fine 900 (si sa i vampiri sono immortali!).

Louis (Brad Pitt) negli anni 90 decide di raccontare la sua storia ad un giornalista. E’ fine 700 e Louis è un ricco proprietario terriero distrutto dalla scomparsa della moglie e della figlia.

Ma la sua vita verrà resa ancora più infernale quando Lestat (Tom Cruise) lo trasformerà in vampiro.

Louis nonostante la sua nuova natura sembra essere ancora dotato di una morale e di sentimenti umani, quindi non riesce ad essere crudele e spietato come Lestat, e si ciba solo di topi e altri animali.

Dopo aver reso Claudia (una giovanissima Kristen Dunst), una bambina orfana, una vampira, cercherà più e più volte di sbarazzarsi di Lestat, che come il prezzemolo, compare dappertutto e non lascia in pace il povero Louis.

Dopo una serie di viaggi, Louis e Claudia, conosceranno a Parigi Armand (Antonio Banderas), il vampiro più vecchio ancora in circolazione, ma una serie di tragedie porteranno Louis a restare nuovamente solo, come se questa fosse la sua vera condanna.

intervista col vampiro1intervista col vampiro 3

Il film è a tratti forte, ma d’altronde , in “Grey’s Anatomy” si vede più sangue, ed è molto buio, in quanto ambientato per la maggior parte delle sue scene di notte (i vampiri non possono vedere la luce), ma con la crisi di questi tempi siamo abituati a tenere spenta la luce.

Intervista col vampiro” ricevette due nomination agli oscar, per le bellissime scenografie di Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo (già vincitori di 3 oscar, l’ultimo per le scenografie di “Hugo Cabret”) e per la colonna sonora di Elliot Goldenthal (vincitore dell’oscar per la colonna sonora del film “Frida”).

Bravo anche il truccatore, che si occupa anche degli effetti speciali, Stan Winstan (vincitore si 4 premi oscar) che ha riempito di cerone quei gran bei ragazzi di Brad Pitt, Tom Cruise e Antonio Banderas.

La regia, invece, è affidata al genio di Neil Jordan (vincitore dell’oscar per la sceneggiatura de “La moglie del soldato”).

Devo ammettere che ho fatto, e faccio ancora fatica, a vedere Brad Pitt, con quella faccia d’angelo, un vampiro, ma si apprezza lo sforzo. “Intervista col vampiro” è un film che vi consiglio di vedere al più presto, se non lo abbiate già fatto.

E colgo questa occasione per fare un appello ai vampiri Tom Cruise, Brad Pitt e Antonio Banderas, che qualora avessero bisogno di un collo (e non solo!!), io metto a disposizione il mio!!

 

Carmen Sassanelli

Film Intervista col vampiro

intervista col vampiro

 

Regia: Neil Jordan

Interpreti: Tom Cruise, Brad Pitt, Antonio Banderas e Kristen Dunst

Durata: 122 minuti

anno di uscita: 1994