Il paziente inglese

Paziente inglese“I tradimenti di guerra sono bambinate a confronto dei nostri tradimenti in tempo di pace. I nuovi amanti sono nervosi e teneri, ma rovinano ogni cosa perché il cuore è un organo di fuoco….”

Il paziente inglese“, è un film che non può, non deve, assolutamente mancare nella cineteca personale, di tutti gli appassionati di cinema.

Ed è un film che non si può non aver visto, almeno una volta, nella propria vita; altrimenti sarebbe peccato grave, l’ottavo peccato capitale, in quanto è un film che ha fatto la storia del cinema.

Il paziente inglese, infatti, è uno dei film più premiati nella storia degli oscar, al pari del “L’ultimo Imperatore” di Bertolucci, 9 premi in tutto (Miglio film, regia, fotografia, scenografia, sonoro, montaggio, costumi, colonna sonora e miglior attrice non protagonista).

il paziente inglese

Solo tre film ne hanno vinti di più, ben 11 premi oscar, e sono: “Ben-Hur”, “Titanic” e “Il Signore degli anelli: il ritorno del Re”.

La celebre pellicola del 1996, diretta da Anthony Minghella, scomparso nel 2008 e regista tra l’altro di “Il talento di Mr. Ripley” e “Ritorno a Cold Mountain”, è tratta dall’omonimo romanzo del 1992, “The english patient”, scritto da Michael Ondaatje.

Recitano nella pellicola: un superbo, Ralph Fiennes, celebre attore inglese due volte nominato all’oscar, per “Schindler’s List” e per, appunto, “Il paziente inglese“. E noto al grande pubblico per aver interpretato, Lord Voldemort, nella saga di “Harry Potter”; e per aver, recentemente, interpretato Gareth Mallory, nel film di 007, “Skyfall”.

Una magnifica, e in versione bionda, Kristin Scott Thomas, interpreta, invece, Katharine; ricevendo così la sua prima, e unica, candidatura agli oscar. E’ comparsa nel recente film, con Robert Pattinson, “Bel Ami”.

il paziente inglese1il paziente inglese2

Una interpretazione da oscar, è quella di Juliette Binoche, che è stata la prima attrice francese ad aggiudicarsi l’ambita statuetta, come migliore attrice non protagonista.

Dopo di lei, è riuscita a fare meglio solo, Marion Cotillard, vincitrice del premio oscar come migliore attrice protagonista, per la sua interpretazione di Edith Piaf, nel film “La vie en rose”.

Il premio oscar per , “Il discorso del Re”, Colin Firth, invece, interpreta Geoffrey, il marito tradito di Kristin Scott Thomas.

Alla fine del secondo conflitto mondiale, in un monastero situato in Toscana, l’infermiera Hana, accudisce un uomo, che in merito ad un incidente aereo, ha riportato ustioni sul tutto il corpo, e ha perso la memoria.

Non ricorda nulla di chi era e da dove veniva, così Hana, inizia a leggergli il libro che, l’uomo, portava con se, “Storie di Erodoto”; a ogni pagina i ricordi riaffiorano, e i Flashback, lo portano, e ci portano, indietro di alcuni anni.

Alla fine degli anni 30, il Conte ungherese Laszlo Almasy (Ralph Fiennes), l’uomo ustionato che Hana chiama il paziente inglese, entra a far parte di una società, che doveva disegnare le mappe delle zone desertiche del Nord Africa.

All’interno della spedizione vi è anche Geoffrey (Colin Firth), un aristocratico inglese, con al seguiti la sua bellissima moglie, Katharine (Kristin Scott Thomas).

Tra i due l’intesa è evidente, e scaturisce in una storia d’amore clandestina. Le fiamme della passione tra Laszlo e Katharine, faranno non poche vittime, ma i primi a bruciarsi saranno proprio loro.

Il paziente inglese” è come un buon libro, che rileggeremmo all’infinitum, sottolineando a matita le frasi più belle, rileggendo di tanto in tanto i pezzi più emozionanti, quelli che ci fanno venire un nodo alla gola e gli occhi lucidi.

Perché questo è il potere de “Il paziente inglese“, è un film di passione, travolge tutti,e nessuno è immune da tale emozione…..Buona Visione!!

 

Carmen Sassanelli

Il paziente inglese

Regia: Anthony Minghella

Interpreti: Ralph Fiennes, Kristin Scott Thomas Juliette Binoche e Colin Firth

Durata: 155 minuti

Data di uscita: 1996