Il film del Diario di Bridget Jones

Venerdì 22 Giugno 2012 08:29 Redazione

bridget jones “Decisione numero uno: ovviamente perdere dieci chili. Numero due: mettere sempre a lavare le mutande della sera prima. Ugualmente importante, trovare un ragazzo dolce e carino con cui uscire evitando di provare attrazione romantico-morbosa per nessuno dei seguenti soggetti: alcolizzati, maniaci del lavoro, fobici dei rapporti seri, guardoni, megalomani, impotenti sentimentali o pervertiti. E soprattutto, non fantasticare su una particolare persona che incarna tutti questi aspetti….”

 

 

Il diario di Bridget Jones” è un film divertentissimo, pensate, è piaciuto persino a mia madre che regge seduta a vedere un film massimo cinque minuti.

La verità è che dietro ad ognuna di noi, si nasconde, anche se in minima parte, una pasticciona Bridget Jones, è il nostro alter ego, in lei sono racchiuse tutte le speranze e le aspettative di una ragazza single, in cerca dell’amore vero.

 

E se Reene Zellweger dovrà, “poverina”, scegliere tra Hugh Grant e Colin Firth, la nostra scelta, purtroppo, cadrà su degli individui, con un cervello meno sviluppato rispetto ad una scimmia e con l’eleganza di un camionista che balla la danza classica.

“Il diario di Bridget Jones”, è tratto dal celebre, e omonimo, romanzo di Helen Fielding; e narra le disavventure, per lo più amorose, di Bridget , una donna poco più che trentenne che va alla ricerca di una storia seria.

bridget jonesbridget e daniel

La povera Bridget, crederà di aver cambiato, e fatto finalmente innamorare, un traditore seriale come Daniel Cleaver (Hugh Grant), senza accorgersi che, in realtà, l’uomo fatto per lei gli era proprio accanto.

L’uomo in questione è Mark Darcy, un avvocato tutto perfettino, che conosce Bridget da quando era piccolina, e a sua volta era stato grande amico di Daniel Cleaver.

La storia della nostra vita insomma, ci innamoriamo follemente di un poco di buono, e credendo di essere delle paladine della giustizia, alla Sailor Moon, siamo convinte di cambiarlo, quando c’è una persona perfetta per noi, e che ci merita, che è lì che ci aspetta.

bacio bridget e markcollin firth

La colonna sonora de “Il diario di Bridget Jones” è vivace e divertente, proprio come la sua trama, ed è composta da pezzi di Robbie Williams ("Have You Met Miss Jones?" e "Not Of This Earth") e dalla famosissima canzone di Geri Halliwell “It’s Raining Man”.

Il diario di Bridget Jones” è un film davvero esilarante, certo non ha lo spessore di “Orgoglio e pregiudizio”, ma un po’ di leggerezza ogni tanto ci vuole.

E poi dopo aver visto Bidget trovare, finalmente, l’amore della sua vita, siamo tutte un po’ rincuorate, perché se ce l’ha fatta lei, possiamo farcela tutte.

 

Carmen Sassanelli

 

Il diario di Bridget Jones 

Il film P.s. I love you

 

Titolo originale: “Bridget Jones diary”

Genere: commedia

Regista: Sharon Maguire

Interpreti: Reene Zellweger, Hugh Grant e Colin Firth

data di uscita: 2001

durata: 93 minuti


Potrebbe interessarti anche:
Hill's e 'Le avventure della vita', uno spazio su Facebook dedicato ai cuccioli

Crescere, vivere, maturare con accanto un amico a quattro zampe è una delle pi...

Repellente antizanzare Jungle Formula

La stagione calda piace a tutti perchè fa pensare alle tanto attese vacanze, al...

Dietorelle e la giornata ideale di una donna

Anche se tecnicamente siamo ancora in primavera, le temperature calde ci fanno g...

“Piccoli amici, grandi pasticci”. Racconta i guai del tuo cane e vinci grandi premi

L'amore che i nostri amici a quattro zampe riescono a offrire è non solo unico,...

Ammorbidente Vernel: 8 settimane di profumo di pulito

Se c'è un profumo che inebria chiunque, se c'è un odore che piace a tutti, è ...

Tutti pazzi per la Frutta! La Mostra fotografica

Anche quest'anno nelle scuole è stata offerta agli alunni della frutta. ...

Percorsi di moda a Firenze

Anche quest'anno il capoluogo toscano presenta il progetto “Mestieri della mo...

Concorso Magnum by Tau-Marin

Oggi parliamo di spazzolini. Quanti di voi hanno davero trovato lo spazzolino pe...

Verso Milano tra cipolle,carie e Heather Parisi

Parto da Parma con il sole. Arrivo a Milano con il grigio. Il sole si specchiav...

Haute Couture e Haute Gioielleria: connubio perfetto

Dal 24 al 28 gennaio 2010 a Parigi va in passerella l’Alta moda. Grande nov...

captcha