Hugo Cabret candidato a 11 premi oscar 2012

hugo cabret“Mi piace immaginare che il mondo sia un unico grande meccanismo. Sai, le macchine non hanno pezzi in più. Hanno esattamente il numero e il tipo di pezzi che servono. Così io penso che se il mondo è una grande macchina, io devo essere qui per qualche motivo. E anche tu!”.

Un dolce saluto care lettrici di PENSOROSA, appassionate di moda, cucina e ora spero anche di cinema.

Come già vi ho anticipato la settimana scorsa (quando vi ho parlato dello straordinario “The Artist”), continuo a presentarvi i candidati agli oscar 2012, il film che vi propongo oggi è “Hugo Cabret” diretto dal regista che ha lanciato la moda degli occhialoni neri e che non sbaglia mai un colpo, Martin Scorsese.

Scorsese, si sa, è sinonimo di garanzia, i suoi film hanno fatto la storia del cinema, degli autentici capolavori, da “ Taxi driver” a “New York New York”, fino ai più recenti “Gangs of New York” e “ The Departed”, che gli è valso l’oscar come miglior regista.

Scorsese, il solo regista capace di mettere d’accordo pubblico e critica, anche con questo ultimo film “Hugo Cabret”, che ricordiamo è il film che ha ricevuto più candidature agli oscar, ben 11,non ha deluso le aspettative.

Hugo Cabret” insieme a “The artist” mi ha fatto riscoprire la magia del vecchio cinema, essendo entrambe delle autentiche dichiarazioni d’amore a questa forma d’arte.

E se “The artist”, film molto francese, aveva reso omaggio ad Hollywood, “Hugo Cabret” , film molto americano, rende omaggio alla romantica Parigi.

E lo fa con la grazia e l’eleganza di Scorsese, che dalla musica, ai caffè, alla Torre Eiffel ricoperta di neve, rende Parigi un posto magico, dove qualsiasi cosa è possibile.

Il protagonista di “Hugo Cabret” è un giovanissimo attore di soli quattordici anni, Asa Butterfield, già protagonista del tristissimo film “Il bambino con il pigiama a righe”.

Questo giovanissimo e talentuoso attore è affiancato da altri bravi attori: Ben Kingsley, (vincitore dell’oscar nell’83 per aver interpretato il Mahatma Ganhdi nell’omonimo film); Sacha Baron Cohen (conosciuto dai più come Borat); Chloe Moretz (la super eroina con la parrucca viola nel divertente “Kick-ass”) e un piccolo cammeo di quel gran bel ragazzo di Jude Law (il Watson del nuovo “Sherlock Holmes”).

ben kingsley asa butterfieldHugo Cabret  film scorsese

alt

La maggior parte delle scene del film sono ambientate in una stazione ferroviaria di Parigi, negli anni 20, dove l’ormai orfano Hugo Cabret, il padre (Jude Law), infatti, perde la vita in un incendio, vive di nascosto, scappando spesso e volentieri dalle grinfie del capostazione (Sacha Baron Coen).

 

Il piccolo Hugo si occupa di far funzionare gli orologi della stazione, arte appresa dal padre che era un orologiaio, e cerca di aggiustare l’automa che gli ha lasciato quest’ultimo, in quanto nutre la speranza che questo uomo meccanico contenga un suo messaggio.ascosto, scappando spesso e volentieri dalle grinfie del capostazione( Sacha Baron Coen).

Ma dopo averlo aggiustato grazie all’aiuto di Isabelle ( Chloe Moretz), sua unica amica e figlioccia del proprietario del chiosco di giocattoli della stazione Georges Méliès (Ben Kingsley), si renderà conto che quello che l’automa conserva è molto più che un messaggio di suo padre, perché farà scoprire il vero passato di Georges Méliès.

Questo, infatti, si rivelerà essere l’artefice di più di 500 film.

La storia di “Hugo Cabret”è tratta dal romanzo di Brian Selznick “La straordinaria invenzione di Hugo Cabret”, conosciuto da Scorsese grazie alla figlia più piccola Francesca che lo ha letto e consigliato al padre.

La colonna sonora è affidata al premio oscar Howard Shore, capace di rendere il tutto molto francese.

La scenografia è affidata alle mani esperte di Dante Ferretti e della moglie Francesca Lo Schiavo, che ammette senza tanti giri di parola di temere, per gli oscar, molto “The Artist” .

Di fatti sembra che la battaglia sia proprio tra “Hugo Cabret” e “The Artist”, io non vi nascondo che ho preferito “The artist” e spero, quindi, che vinca quest’ultimo; ma con altra tanta sincerità vi dico che anche questo film merita, è girato alla perfezione, gli attori sono bravi, l’ambientazione è bellissima e sarà in grado anche di emozionarvi.

Beh allora che aspettate, sfidate il freddo e andate al cinema a vedere questo piccolo gioiello di Scorsese “Hugo Cabret”.

 

 

Carmen Sassanelli

Hugo Cabret

 

hugo cabret 3d la locandinaGenere: avventura

Data di uscita:3 febbraio 2012

Durata: 127 min

Interpetri: Asa Butterfield, Ben Kingsley, Chloe Moretz, Sacha Baron Coen, Jude Law

Regia: Martin Scorsese