Se Potessi rivederti

altArthur è un architetto, Lauren una giovane internista di neurochirurgia. Una sera d’inverno, a San Francisco, si incontrano nell’appartamento di Arthur…solo che Lauren è un fantasma. In coma dopo un incidente stradale, il suo corpo giace in ospedale; il suo spirito, vitale e affascinante, si innamora di Arthur, l’unico che può vederla. Proprio quando il sentimento sbocciato tra i due si trasforma in un legame profondo, i medici decidono che è giunto il momento di staccare il respiratore.

Il romanzo è ambientato qualche anno dopo:. Arthur è un giovane è’appena tornato da Parigi, dove ha vissuto due anni per cercare di scordare Lauren, la donna con la quale ha vissuto una meravigliosa storia d’amore… soprannaturale. Ma Lauren occupa ancora la sua mente e il suo cuore, anche se ora la ragazza vive un’altra vita….

 

Un nuovo romanzo di Marc Levy, il sequel di Se Solo Fosse Vero il romanzo che gli ha fatto guadagnare un inaspettato successo internazionale.

 

Al termine di Se solo Fosse Vero, ognuno avrà sciolto le redini della fantasia immaginando i più lieti fine, ma alla prima pagina di Se potessi rivederti vediamo Arthur da solo per le vie di Parigi e di nuovo tutto ha inizio.

Arthur e Laureen non hanno potuto parlarsi, Arthur è stato gentilmente invitato dal primario e dalla signora Kline a sparire dalla circolazione, per non dire a Laureen che i suoi punti di riferimento avevano vacillato e perso la speranza condannandola all’eutanasia.
Laureen ha ricominciato la sua vita da dove l’aveva lasciata, fra ospedale ed appartamento, con la sola aggiunta di un fidanzato, semplice comparsa su un palco che non gli è congeniale.
Arthur ha cercato di ricostruirsi una vita dopo il grande amore sfumato, è andato a Parigi per costruire un centro Architettonico FrancoAmericano ed ha costruito una splendida facciata da ospedale.
Tornato a San Francisco dal suo amico Paul, altro non gli resta che trascinarsi per le strade della città, maledicendo se stesso per essersi fatto mettere alla porta senza aver potuto parlare con Laureen.

Un incidente e la storia di ripete, ma questa volta sotto i ferri c’è Arthur con un mitico Paul che è capace di rendere ridicola anche la scena più tragica.

La storia si ripete ed è Arthur che cerca Laureen, perché non si può fermare ciò che il destino aveva già unito.

 

I vecchi personaggi che ci hanno fatto ridere e sognare in Se solo fosse vero e tante altre nuove figure si intrecciano in questa storia in cui a modo loro tutti aiutano il Gufo Emilio a superare la paura della luce e guardarla in tutta la sua grandezza.

Forse per alcuni potrà apparire un po’ scontato, una continuazione per rimanere sulla cresta dell’onda, io credo che sia un degno finale per un eccezionale inizio!

Flavia Pellegrino