{Nuove Voci Letterarie} La fortuna è un talento

altUn’aspirante scrittrice architetta un raggiro ai danni di un autore affermato – fondatore di una cooperativa letteraria per esordienti – colpevole di aver rifiutato il suo manoscritto. Fingendo di fornirgli materiale per il suo nuovo romanzo ispirato a un personaggio reale, cioè lei e la sua movimentata esistenza di prostituta d’alto bordo invischiata in sordidi e pericolosi affari, tesse lentamente una rete volta a ridicolizzarlo, e con lui tutto il mondo editoriale e il suo perverso funzionamento: i nuovi autori infatti non vengono nemmeno considerati. La storia che gli propina sembra possedere tutti gli ingredienti giusti: malavita, perversione, perfino scene per adulti, ma un clamoroso colpo di scena svela la geniale truffa ordita nei confronti del severo scrittore.

Torniamo a parlare oggi di Laura Schiavini, autrice di “senso unico”, la cui recensione ed intervista è stata pubblicata due settimane fa dalla nostra rubrica.

Torna con noi Laura Schiavini con un romanzo senza dubbio più maturo davvero intrigante ed emozionante che tiene il lettore incollato alle pagine dalla prima all’ultima… ed anche un po’ oltre, lo confesso.

Stiamo parlando di “La fortuna è un talento”, edito nel 2007 dalle Edizioni Robin, la quarta di copertina già anticipa la trama, forse anche un po’ troppo, ma infondo se non ci “avessero avvertiti” ci saremmo sentiti presi in giro anche noi lettori , o no? Beh vi sto incuriosendo un po’? Spero proprio di si poiché questo romanzo è davvero meritevole di lettura, che siate scrittori affermati e famosi, che siate scrittori esordienti alle prime armi e con tante porte editoriali sbattute in faccia o che siate semplicemente amanti della lettura, beh questo libro fa per voi.

C’è di tutto, ci sono tutti gli ingredienti del classico libro da “migliaia” di copie che attualmente riempie tutti gli scaffali delle nostre librerie, intimità, torbide relazioni, droga, perdizione, cinismo ma anche speranza ed affetti… ma se credete che in questo libro ci sia solo questo, beh vi sbagliate di grosso, immergetevi anche voi nella lettura de “la fortuna è un talento”, sentitevi un po’ come Daniele, prendete per buono tutto quello che leggete e poi… beh poi ricredetevi e magari la prossima volta che troverete un bestsellers in libreria, pubblicizzato ed osannato dalla critica, ripensate a questo brevissimo romanzo.

Scritto con uno stile leggero ed avvincente, il romanzo cattura sin dalle prime pagine, seppur per motivi completamente diversi da quelli che vi terranno incollati alle ultime.

altNon aggiungo altro, per non gustarvi la lettura di questo simpatico ed originale scritto, e passo la parola alla autrice, andiamo a scoprire con lei qualcos’altro.

 

Bentornata Laura! Come sempre la mia prima domanda è la stessa… dunque come nasce “la fortuna è un talento”?

Grazie, sono contenta di essere di nuovo qui! La fortuna è un talento nasce dal bisogno di levarmi qualche sassolino dalla scarpa. Dopo Senso Unico avevo continuato a scrivere con grande impegno, ma non riuscivo a pubblicare nulla, se si escludono dei romanzi commerciali di genere piccante, nei quali mi firmavo con uno pseudonimo.

 

Ho personalmente apprezzato moltissimo questo tuo romanzo, ed un po’ mi sono sentita come Daniele, “presa in giro” poiché è questo l’effetto che la tua narrazione fa, se non fosse per la quarta di copertina che mette in guardia il lettore. Ti è già stata fatta questa osservazione? L’hai fatto volontariamente?

Grazie, è un romanzo cui tengo molto e che mi è costato parecchia fatica! Sì, me l’hanno già fatta. E’ stato l’editore a scriverla e firmarla e io ho visto il volume quando era già finito. E’ un peccato perché, se da un lato incuriosisce il lettore, dall’altro svela l’intreccio, togliendo la sorpresa.

 

Nella scorsa intervista abbiamo accennato agli scrittori esordienti, ora parliamo invece degli autori già affermati, proprio come Daniele. Daniele per lo meno scriveva bene, ma io potrei fare centinaia di nomi di autori “famosi” che non sanno scrivere eppure occupano le grandi case editrici. Dicci cosa ne pensi e se hai avuto qualche esperienza in merito…

Le mie esperienze sono quelle di una comune lettrice. A volte mi faccio influenzare dalla pubblicità e acquisto un romanzo che va per la maggiore, restando quasi sempre delusa. Parlo di romanzi italiani perché con gli stranieri è un discorso diverso che richiederebbe un’altra intervista. Trovo che gli scrittori italiani, soprattutto maschi, si scrivano un po’ troppo addosso, quando non fanno gli intellettuali. E questo fatto, secondo me, va a discapito della storia.

 

Questa è una domanda scorretta, ma te la faccio lo stesso, quale preferisci fra i tuoi lavori, a quale sei più legata e quale reputi sia il tuo maggior successo?

La Fortuna è un talento. Credo di aver raggiunto, con questo romanzo, una maturità che ovviamente non avevo ai tempi di Senso Unico. Tuttavia Senso Unico è il romanzo che ha incontrato un maggior favore da parte dei lettori.

 

Dieci parole per convincere i nostri lettori a leggere il tuo romanzo…

Un romanzo per chi ama la letteratura, gli enigmi, e il thriller psicologico.

 

Vuoi raccontarci del nuovo romanzo Chik lilt pubblicato da poco come ebook?

S’intitola Tutte pazze per il rosa ed è un racconto. E’ la storia di tre amiche “intellettuali” che, nella libreria di Molly, coltivano una passione comune di cui si vergognano un po’: I romanzi rosa

 

E’ più facile pubblicare come ebook? Perchè questa scelta?

Perché da quasi cinque anni collaboro con due riviste importanti di narrativa femminile, scrivendo racconti e romanzi a puntate. Queste riviste hanno un loro target ben preciso, e così ho colto l’opportunità di farmi conoscere anche sul web.

 

Hai altri progetti per il futuro? Ti va di darci qualche anticipazione?

Continuo a scrivere storie rosa per le riviste perché è diventato un mestiere. Inoltre ho fondato, assieme ad alcuni amici di Anobii, un’associazione letteraria per unire artisti italiani e irlandesi. Ma non è tutto qui, l’associazione è anche una casa editrice no profit, la Querci&Robertson che pubblicherà altri generi. Abbiamo già qualche libro all’attivo, fra cui i due volumi di racconti pubblicati nell’ambito del concorso lettearario Italish Stories. Abbiamo appena avviato un social network, una specie di facebook letterario e contiamo molto sul suo sviluppo e sui contatti futuri.
Per chi fosse interessato a dare un’occhiata il link è: http://italish.eu/community/

 

Ringrazio nuovamente la disponilità di Laura Schiavini e le rinnovo i miei complimenti per questo romanzo originale ed avvincente. Potete trovare ulteriori informazioni riguardo Laura e le sue opere sul suo blog http://italish.eu/lauraschiavini/about-2/, Il libro è acquistabile online tramite il sito dell acasa editrice www.danaelibri.it

 

Flavia Pellegrino

 

N.B. Sei un’autrice esordiente? Hai pubblicato il tuo libro e vuoi pubblicizzarlo? Non esitare a contattare la nostra redazione, e sarai subito inserita nell’agenda della rubrica {Nuove Voci Letterarie} del 2011!

Non hai ancora pubblicato niente ma hai tanti scritti nel cassetto? Basta sognare ad occhi aperti! Pensorosa ti offre un’occasione unica ed irripetibile! Partecipa al nostro concorso e vinci la pubblicazione delle tue opere: http://www.pensorosa.it/libri/basta-ai-qsogni-nel-cassettoq.html