Katherine di Anya Seton

katherine di anya seton2

 

La Beat edizioni continua la sua proposta di best seller al femminile romantici del passato presentando, dopo Amber di Kathleen Windsor, Katherine di Anya Seton, amori, passioni, intrighi, lotte nell’Inghilterra del Trecento, tra la Peste e i racconti di Canterbury di Chaucer

Sotto una copertina che raffigura uno splendido dipinto preraffaellita di Dante Gabriele Rossetti, si entra in un mondo arcano, violento, appassionato e totalizzante, basato su fatti veri, visto che l’autrice Anya Seton racconta la storia dell’amore, realmente esistito, tra Katherine de Roet, figlia di un esule fiammingo, e John Gaunt, duca di Lancaster, figlio cadetto del re Edoardo III, considerata da molti una delle storie più romantiche ma nello stesso tempo più scandalose del Medio Evo.

Il libro segue la vita di Katherine da quando, ragazzina, esce dal convento per essere accolta a corte dove la sorella è dama di compagnia della regina Philippa, a quando, ormai anziana, riesce a raggiungere un minimo di serenità, portando in un mondo di fasti e miserie, di lotte sociali, di paure e integralismi ma anche di grande fioritura culturale.

Katherine di Anya Seton è un libro da riscoprire, che fa parte della grande stagione di fortuna del romanzo storico, tra gli anni Trenta e gli anni Cinquanta, quando romanzi come Katherine, Amber, Via col vento e le serie avventurose di Rafael Sabadini e simili facevano da padroni nelle librerie e biblioteche, introducendo il concetto di narrativa di consumo come lo intendiamo noi oggi.

katherine di anya setonkatherine di anya seton3

Statunitense, nata nel 1904 e morta nel 1990, Anya Seton ha scritto molti romanzi, ambientati in varie epoche storiche, ottenendo grandi successi: due sue libri, Dragonwyck e Foxfire, furono trasposti al cinema e i suoi libri godettero di grande successo, e oggi sono oggetto di ristampe non solo in Italia.

Anya Seton fu una delle prime autrici a saper mettere insieme l’ambientazione storica con la vicenda sentimentale, in maniera sapiente e mai melensa: purtroppo questo fu poi la causa di una svalutazione del genere, considerato ancora oggi come narrativa di serie B, ad uso e consumo di donne di basso livello culturale. E Katharine non è certo un romanzo così, infatti è consigliato a chi ama le storie d’amore, ma è ancora più consigliato a chi vuole conoscere meglio il mondo e la società del Medio Evo inglese, in un momento cruciale come quello legato agli eventi del Trecento.

Tra le fan di Anya Seton e di Katharine c’è la popolarissima autrice inglese di romanzi storici Philippa Gregory, che ha al suo attivo la saga ambientata in epoca Tudor e quella durante la guerra delle Due Rose, che dedica una bella postfazione all’autrice e al suo libro, raccontando anche i suoi debiti per il mondo di Katharine, tra i responsabili della sua vocazione letteraria.

Un tuffo nel passato non banale né scontato, per riscoprire un’autrice comunque interessante.

Katherine, Anya Seton, Beat, 13 euro e 90

Elena Romanello