Finchè le stelle staranno in cielo

Finchè le stelle

Molti libri, nel corso degli anni, hanno raccontato il dramma della Shoah da tutti i punti di vista ( dal ” diario di Anna Frank” alla “baracca delle schiave” passando per moltissimi altri titoli) o , un dramma doverosamente da non dimenticare: Finché le stelle saranno in cielo della giornalista e opinionista statunitense Kristin Harmel rivela una freschezza inedita e dettagli che non tutti conoscono, inserendo il tema della memoria nella ricerca di sé oggi, tra problemi economici e sentimentali.

Hope è una giovane donna che, dopo il fallimento del suo matrimonio che le ha lasciato una figlia adolescente e la morte prematura di sua madre Josephine, senza altre prospettive lavorative, è andata a lavorare nella pasticceria di sua nonna Rose a Cape Cod, scontrandosi con le difficoltà della crisi economica e la concorrrenza dei megastore. Nonna Rose, donna energica ma a tratti assente, impareggiabile cuoca di pasticcini gustosi e vari, è malata di Alzheimer e, in un momento di lucidità, chiede ad Hope come ultimo desiderio che lei vada a Parigi a cercare notizie della famiglia di origine di Rose.

A Parigi Hope scoprirà la vera storia di sua nonna, ebrea, scampata alla Shoah grazie all’aiuto, sconosciuto ai più, che la comunità musulmana, non solo in Francia, diede a molti ebrei per aiutarli a fuggire dalle persecuzioni naziste. Per questo motivo nonna Rose ha per tutta la volta omaggiato la sua cultura di origine e quella dei suoi salvatori facendo nella sua pasticceria dolci sia mitteleuropei che mediorientali, gli stessi dolci che Hope ha mangiato e preparato fin da bambina. Queste scoperte e ricerche porteranno Hope a nuovi spunti per una vita che credeva ormai priva di uscita, tra nuovi incontri, lavoro e un nuovo rapporto con la figlia.

Mescolando temi della chick lit contemporanea, diventata spesso, a ragione, un manuale di sopravvivenza e per reinventarsi e che ormai non parla solo più di single in cerca dell’uomo giusto ma anche di divorziate e vedove, con la rilettura di una pagina storica e con l’importanza della memoria tra generazioni, fosse anche solo quella dei buonissimi dolcini le cui ricette sono seminate per il libro, Finché le stelle saranno in cielo è un titolo interessante che coniuga impegno, senza essere noioso, e svago, senza essere stupido.

Già opzionato per il cinema, Finché le stelle saranno in cielo è un libro che sa commuovere e far ridere, far riflettere sull’universalità di tutti gli amori e tutte le solidarietà, creare speranze per il presente e il futuro.

Finché le stelle saranno in cielo, Kristin Harmel, Garzanti, 16 euro e 40

Elena Romanello