C’era una donna: “estratto5”

altEstratto 5

Uno splendido cielo terso rendeva omaggio alla lucentezza delle stelle, in una notte tiepida che avvolgeva la baia di Niuma. Nell’ampio bacino naturale, formato dalle rocce e dal mare, sorgeva, in armonia con la natura, il C.O.R.D; centro di osservazione e ricerca delfini. In questo, che è possibile considerare come un grande acquario naturale, i cetacei venivano accolti per essere curati e per effettuare ricerche scientifiche che potessero avvicinare l’uomo alla comprensione del mondo dei delfini.

Il centro ospitava spesso anche manifestazioni aperte al pubblico e fine settimana istruttivi per adulti e bambini. Quella notte, dai colori intensi e penetranti, quando ormai le luci artificiali tacevano spente e i suoni erano solo quelli della natura, seduta su uno scoglio, c’era una donna. Ella appariva come una figura che quasi si univa ai colori della sera, avvolta in un semplice ma elegante tailleur blu notte, con i piedi adagiati in un essenziale decolté dal tacco a spillo, scevro dai dogmi imposti attraverso i toni anonimi delle mode del momento e con accanto a se una 24Ore. Quella donna dai tratti affascinanti e misteriosi era Rossella, una biologa marina e la responsabile del C.O.R.D. Rossella era una giovane donna, energica, risoluta, dotata di una fervida intelligenza e una raffinata semplicità, arricchite da un fascino ipnotizzante e una regale eleganza.

 

 

 

 

 

 

 

 

p.s. Gli estratti sono pubblicati in forma anonima (senza titolo ne autore) al fine di rendere più oggettiva la valutazione da parte della giuria popolare.