Basta ai “Sogni nel cassetto”!

scrittriceMi è capitato in questo anno di Rubrica dedicato ai talenti esordienti di scoprire tantissime persone con il “sogno nel cassetto” di pubblicare, tantissimi aspiranti scrittori che vivono unicamente per scrivere eppure nascondono sotto il letto le loro opere. Tantissimi delusi dalle case editrici e tanti altri che non hanno mai provato neanche a confrontarsi con una casa editrice, sottovalutando a priori le proprie opere.

Pensorosa dice basta ai sogni nel cassetto, quei famosi sogni, coccolati nel silenzio della notte e nascosti nel buio dei nostri cassetti: è il momento di tirarli fuori e provare a realizzarli!

Quindi scrittori e scrittrici, aspiranti scrittori ed aspiranti scrittrici, fatevi avanti… questo è il posto per voi!

 

 

Pensorosa in collaborazione con la casa editrice Edigiò bandisce un concorso letterario: 

C’era una donna – 24 ore & Tacchi a spillo

Racconti di max 5 cartelle giornalistiche

scadenza di presentazione dei lavori il 31- 12- 2010

PREMIO: Pubblicazione di un’antologia di Racconti Edigiò

 

Non siete scrittori, scrittrici o aspiranti tale? NON TEMETE! Pensorosa ha pensato anche a voi! Sarete voi infatti, lettori di Pensorosa la nostra prima ed insindacabile giuria popolare, sarete voi a decidere quali opere andranno in finale.

Di seguito troverete il bando completo, da leggere accuratamente!

 

Che altro aggiungere? VI ASPETTIAMO NUMEROSI!!!!

 

Flavia Pellegrino

 

*°*

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PENSOROSA

“C’era una Donna…- 24 Ore & Tacchi a Spillo”
I EDIZIONE – ANNO 2010/11

Art. 1 – Pensorosa.it, indice la prima edizione del Concorso Letterario Nazionale Il Concorso si propone di incentivare la diffusione dell’arte della scrittura, favorendo gli autori meritevoli che non hanno ancora conosciuto la notorietà presso il grande pubblico. L’iniziativa ha inoltre lo scopo di mettere in luce e valorizzare le tante sfaccettature del mondo femminile.

Art. 2 – Il tema del Concorso è “C’era una Donna…- 24 Ore & Tacchi a Spillo”, alla fantasia, alla creatività ed alla sensibilità degli autori è affidato il compito di interpretare e sviscerare tutto ciò che esso comprende. Sono ammessi tutti i tipi di generi narrativi (giallo, horror, fantasy, rosa etc ) purchè rispettino il tema dato.
I lavori non dovranno superare la lunghezza massima di 5 cartelle dattiloscritte (1 cartella=30 righe di 60 battute).

Art. 3 – I lavori dovranno pervenire in busta chiusa alla redazione di Pensorosa entro e non oltre le ore 24 del 31 dicembre 2010. Nel plico saranno contenuti:
a) un breve curriculum dell’autore, con indicazione della fonte da cui si è appresa la  notizia del Concorso (pubblicità, passa parola, testata giornalistica cartacea, radio o tv; se su internet: motore di ricerca, sito istituzionale, notiziario web; altro…),

b)n. 2 copie dell’opera in formato cartaceo. Su entrambe le copie sarà indicato il titolo. Una sola di esse recherà i dati anagrafici e i recapiti domiciliari, telefonici ed email dell’autore.

c) n.1 estratto massimo 1400 battute (spazi e punteggiatura inclusi), il quale, pubblicato sul sito Pensorosa.it, sarà l’oggetto della valutazione della giuria popolare.

d) n. 1 autocertificazione firmata che attesti che l’opera inviata sia inedita e frutto unicamente del proprio ingegno, fantasia e creatività.

e) n. 1 consenso al trattamento dei dati personali, utilizzando l’apposito modulo ( CLICCA QUI PER SCARICARLO ).

f) n. 1 cd contenente una copia di tutto il materiale cartaceo sopra elencato.

I lavori dovranno pervenire via posta o a mano al seguente indirizzo: “Pensorosa – Via Buccari 66 – 70125 – Bari – Ba”

Art. 4 – Il premio consisterà nella pubblicazione da parte della casa editrice Edigiò, con sede con sede in Vidifulfo – Pavia alla via Roma, 82; di un’antologia di Racconti, distribuita sul territorio nazionale.

Art. 5 – Le opere che partecipano al Concorso devono essere inedite, pena l’esclusione.

Art. 6 – È possibile partecipare anche con più opere, purché inviate in un unico plico.

Art. 7 – Il concorso è aperto anche ai non residenti in Italia, purché le opere siano scritte in lingua italiana, pena l’esclusione.

Art. 8 – Le opere pervenute saranno sottoposte, in una prima fase, al vaglio di una giuria popolare, che, votando attraverso il sondaggio appositamente creato nel sito www.pensorosa.it, selezionerà i finalisti. Le opere finaliste saranno, in ultima fase, valutate da una giuria tecnica, composta dalla redazione di Edigiò. Sarà quest’ultima a stabilire, in maniera inappellabile, i racconti vincitori del Concorso, i quali saranno pubblicati in un’apposita antologia distribuita sul territorio nazionale.
Entrambe le giurie avranno a disposizione solo opere anonime, ovvero prive del nome dell’autore.

 

Art. 9 – Gli autori vincitori saranno contattati dalla Casa editrice Edigiò per la cessione dei diritti e gli accordi contrattuali per la pubblicazione.

 

Art. 10 – Il materiale inviato non verrà restituito.

 

Art. 11 – La casa editrice Edigiò si riserva di poter scegliere altre opere al di fuori del concorso per possibili proposte editoriali.

 

Informativa ex art 13 del D.lg. 196/2003 sulla tutela dei dati personali – I partecipanti al concorso letterario nazionale autorizzano l’ amministrazione di Pensorosa e la segreteria della Casa Editrice Edigiò al trattamento dei dati personali, al fine di permettere il corretto svolgimento delle diverse fasi di selezione del concorso stesso. Responsabili del trattamento dei dati personali sono l’amministratrice di Pensorosa, Dott.ssa Cristina Pierangeli, e il titolare della casa editrice Edigiò, Elena Rossetti.