Opinioni su Hunger Games: Il canto della rivolta-parte 2

opinioni-su-hunger-games-il-canto-della-rivolta-parte-2È uscito nelle sale l’atteso ultimo capitolo della saga Hunger Games. Per voi le opinioni su Hunger Games: Il canto della rivolta – parte 2.

Pur trattandosi di un film molto atteso, le aspettative sono state deluse da un epilogo che ha perso completamente quella suspense e quella creatività presente nei primi due capitoli.

opinioni-hunger-games-il-canto-della-rivolta-parte-2-foto

Opinioni su Hunger Games: gli spettatori si rivoltano

Le atmosfere si sono fatte cupe, il paesaggio naturale è stato spazzato via da fortezze militari sottoterra, i giochi di sopravvivenza sono stati sostituiti da veri e propri piani di battaglia, così come le pillole “bacio della notte” hanno preso il posto delle bacche mortali e l’arco della nostra eroina viene oscurato da armi e apparecchi esplosivi.

Diciamo che la saga di fantasia bucolica si è trasformata in una trasposizione metaforica di un film di guerra (americana per lo più), con tanto di attacchi di flotte aeree, truppe d’assalto e ideologie politiche buoniste auspicabili per ogni paese sotto assedio da anni.

opinioni-Hunger-Games-Il-canto-della-rivolta-Parte-02

Non che non si possa apprezzare la volontà dell’autrice Suzanne Collins di trasmettere un messaggio rivoluzionario attraverso gli Hunger Games, ma risulta alquanto noioso per lo spettatore sedersi al cinema per gustarsi le imprese di Katniss Everdeen (interpretata da Jennifer Lawrence), descritte nei primi due capitoli con un ritmo serrato, e ritrovarsi poi a sorbire dei piani di battaglia poco accattivanti, con una luce plumbea e personaggi poco delineati.

Il personaggio di Katniss Everdeen nell’ultimo film di Hunger Games

Anche Katniss non risplende più del fuoco che l’accompagnava nelle prime due pellicole.

Le sue imprese non sono più così sorprendenti e cariche di coraggio, né tantomeno lo è il finale, un po’ frettoloso, banale e scontato (niente a che vedere con il finale della saga di Twilight).

opinioni-su-hunger-games-il-canto-della-rivolta-parte-2-foto

Persino i suoi capelli perdono quel fascino eroico che avevano nelle prime edizioni; la bellissima treccia laterale, imitata poi da tutte le ragazze dei distretti (e non solo) come simbolo di rivoluzione, si scioglie per lasciare il posto ad una chioma più corvina e vaporosa che poco si addice alla nostra arciera di fuoco.

Nemmeno il pallido triangolo amoroso tra Katniss, Peeta Mellark (interpretato da Josh Hutcherson) e Gale Hawthorne (interpretato da Liam Hemsworth), che fa da sfondo a tutta la saga, riesce ad accendersi nel finale.

E…. rullo di tamburi…. Il Presidente Snow (un magnifico Donald Sutherland, in versione mixata Babbo Natale/Grinch) non è poi così cattivo come sembra!

Comunque… alla fine tutto è bene quel che finisce… per fortuna!

Anita Mitola