Meri Marabini: inarrestabile professionista

rene gruauE’ luogo comune dire che le donne sono il sesso debole. Bhe, non sempre è così, l’eccezione che conferma la regola ha un nome e un cognome: Meri Marabini. E’ di lei che, oggi, giorno in cui si festeggiano le donne di tutto il mondo, desidero parlare. Meri, da subito cordiale e disponibilissima, mi ha permesso di seguirla in tutti i suoi impegni lavorativi. Ma cominciamo dall’inizio.

‘La Meri’, come la chiamano tutti a Milano, è una bellissima donna dall’inconfondibile caschetto rosso che sorride e scherza sempre con tutti. Nella sua vita è stata modella, cantante e, ormai da diversi anni, si occupa di regia e scenografia di sfilate, casting e organizzazione eventi. L’agenzia Marabini-Baiocchi, che lei ha fondato con la sua socia Titti Baiocchi, cura eventi e sfilate di griffe importanti come Roberto Cavalli, Byblos, Iceberg, Enrico Coveri, Laura Biagiotti, Elena Mirò, Simonetta Ravizza, Luisa Beccaria e tantissime altre. Sono stata al suo fianco al Milano Moda Uomo (16-19 gennaio 2010), al Pitti Bimbo (21-23 gennaio 2010) e durante il Milano Moda Donna (24 febbraio-1 marzo 2010). Senza alcuna riserva e con pazienza mi ha guidata nel suo mondo, spiegandomi passo per passo le sue mansioni dai casting, ai fitting sino alla regia. Tutte esperienze bellissime e indimenticabili. Una donna tenace e volitiva che mi ha insegnato non solo come si realizza praticamente una sfilata d’alta moda, ma anche come noi donne abbiamo quel ‘quid’ in più che ci permette di essere delle rigorose professioniste ed avere la sensibilità e l’intuizione tipicamente femminili.

 

 

Cristina Pierangeli