La Traviata di Valentino: tra haute couture e celebrità

la-traviata-valentino-e-sofia-coppolaLa Traviata di Valentino: tra haute couture e celebrità.

Roma. Valentino presenta: La Traviata di Sofia Coppola, in anteprima assoluta al Teatro dell’Opera di Roma. La Serata di Gala più glamour dell’anno si apre prima che il sole sia sceso: un red carpet diurno, ma con abiti da sera mozzafiato…fra i quali la Valentino Haute Couture la fa da padrone. Una festa per gli occhi, che non sanno più dove posarsi. Vedo velluti neri e rosso cupo, veli trapunti di stelle dorate e d’argento, pizzi e trasparenze sui corpi di fashion designer e donne della nobiltà romana, imprenditrici, modelle e attrici che indossano strascichi da serata degli Oscar. Anche gli uomini, impeccabili, vestono Valentino.

roma la traviata di valentino e sofia coppolaGiancarlo-Giammetti-e-Valentino-Garavanisofia-coppola-la-traviata-valentino

Ma, mentre i fotografi chiamano le Guest Stars per gli ultimi flash, le maschere del Teatro invitano ad entrare; e così mi avvio anch’io: la serata sta iniziando. In platea…Valentino Garavani, ospite e cuore della serata, sembra la Gioconda assalita dai turisti del Louvre. A due passi di distanza, Kim Kardashian (abbandonato da qualche parte il marito Kanye West) si fa i selfie con la Bellucci, con Valentino e con sé stessa. Keira Knightley osa un rosso Valentino sulla pelle fine come la porcellana, mentre Luke Evans, lupo solitario senza accompagnatrice, perfora la folla col suo sguardo magnetico. Molte coppie sono riconoscibili anche a distanza: Francis Ford Coppola che si accompagna all’inseparabile bastone; Castellitto e la Mazzantini che vanno alla ricerca dei loro posti; e gli indivisibili Raoul Bova e Rocìo Morales, che non si allontanano più di un metro uno dall’altra.
kim-kardashian-la-traviata-valentino-sofia-coppolaKeira-Knightley-la-traviata-Valentino-Haute-Couture
monica-bellucci-la-traviata-valentinoRaoul-Bova-e-Rocio-Morales-in-BlugirlMargaret-Mazzantini-e-Sergio-Castellitto
Tra gli ospiti percepisco un’aria frizzante: sorrisi e sguardi di superiorità, di sorpresa, di invidia, di ammirazione. All’improvviso, però, l’intreccio mondano si scioglie: entra l’orchestra, le luci si spengono e inizia la magia.
la traviata di valentino e sofia coppola
“Tutto è follia, follia, nel mondo / Ciò che non è piacer” recitano i versi del duetto con coro. Incitano a vivere una vita piena di piaceri, di amori e di alcool che inebria i sensi. È uno dei brindisi musicali più famosi della storia e gli abiti di scena realizzati per La Traviata dalla Maison Valentino catturano la stessa leggerezza e vorticosa mondanità presenti nelle note di Verdi. L’Opera inizia con una festa sontuosa, e Valentino e la Coppola ci fanno capire immediatamente che i lampadari di cristallo, gli sguardi, i calici di spumante, gli abiti e i sorrisi che vanno in scena sul palco…non sono affatto diversi da quelli di noi spettatori nascosti a guardare, nel buio della sala!
Durante una pausa di cambio scena, mentre sono diretta al bar del Teatro, dove stanno scorrendo fiumi di vodka e di spumante, mi ritrovo improvvisamente di fronte lei: Sofia Coppola! Mentre tutti sono desiderosi di apparire, lei quasi si nasconde. Riesco a stringerle la mano per farle i complimenti e la regista Premio Oscar, nel suo abito Valentino, ha la stessa impalpabilità di un bozzetto. Accenna un sorriso. Ed è delicata, moderna e incantevole – proprio come la sua messa in scena de La Traviata…una poesia ininterrotta che stupisce e commuove.
Selene Favuzzi