Le creme dei Vip al veleno d’api

bee venom crema veleno apiLe celebrities non si accontentano mai e sono sempre alla ricerca di misteriosi e portentosi elisir in grado di accrescere e cristallizzare la loro bellezza, punto di forza del loro potere e fascino a livello globale. La crema al veleno d’api ne è un esempio.

Il veleno d’api è ormai compagno di makeup per Michelle Pfeiffer, Gwyneth Paltrow, Kylie Minogue, Victoria Beckham e  le reali d’Inghilterra, da Camilla Parker Bowles alla principessa Kate Middleton. La beauty guru a cui si affidano è la famosa Deborah Mitchell che ha realizzato una maschera viso speciale con la tossina di api allevate in Nuova Zelanda.

Gwyneth-Paltrow-crema-veleno-api-makeup

Victoria-Beckham-crema-veleno-api

Kate-Middleton-crema-viso-veleno-api

Il costo delle creme dei Vip al veleno d’api per circa 30 grammi supera i 30.000 euro e spalmata come una crema direttamente sulla cute attiverebbe -sostiene la beauty coach- a differenza delle iniezioni di botox, una reazione fisiologica naturale che distende i segni del tempo.
In effetti l’uso del veleno d’api a livello terapeutico risale a circa duemila anni fa, su uno dei primi rotoli egiziani sarebbe stata già menzionata l’apiterapia tramite strofinamento del siero tossico sulle parti dolenti. Il greco Ippocrate, considerato il “padre della medicina” l’avrebbe utilizzato per guarire artrite e altri problemi alle articolazioni e infiammatori e Carlo Magno l’avrebbe invece usato per guarire dalla gotta.

crema-viso-veleno-api
Recenti studi hanno evidenziato come il veleno delle api possa contenere la mellitina, il più potente antinfiammatorio conosciuto e altre sostanze analgesiche che agiscono sul sistema nervoso centrale.

L’infiammazione cellulare, infatti, è  riconosciuta come causa principale dell’invecchiamento della pelle, si spiegherebbe quindi l’efficacia dei trattamenti antiage grazie alle creme al veleno d’api che, sicuramente, hanno una controindicazione. “Vanno evitate se si è allergiche alle punture di questo insetto -consigliano i dermatologi- la reazione, in ogni caso, non è grave ma possono insorgere orticaria e arrossamenti”.
In Italia a costi molto più ridotti è possibile trovare prodotti simili grazie alla giovanissima azienda LR Wonder Company fondata da Lorenzo Riva che realizza delle vere e proprie collezioni seguendo le ultime tendenze.

federica-nargi-costanza-caracciolo

laura-chiatti-crema-veleno-api-make-up
I vip nostrani sui social network mostrano orgogliosi i prodotti della LR e sono davvero in tanti da Stefano Gabbana con il suo Beauty Drink (un integratore alimentare concepito per fornire all’organismo, tutti i nutrienti indispensabili per favorire e migliorare l’idratazione dell’epidermide, sostenere il tono e la compattezza cutanee oltre a contrastare l’azione dannosa dei radicali liberi), a Elisabetta Gregoraci, Laura Pausini, Manuela Arcuri, Selvaggia Lucarelli, Claudia Gerini, Federica Nargi, Costanza Caracciolo che spaziano dalla crema al veleno d’api a quella super abbronzante alla birra.

Laura Chiatti e Simona Salvemini preferiscono quella a base di placenta vegetale mentre Justine Mattera, la biondona Paola Caruso di “Avanti un altro” e Syria la CC cream alle bacche di Goji.
Le ultime novità del 2015 sono il Wonder Caviar, crema viso h24 e contorno occhi a base di caviale, proteine, Vitamine, Sali Minerali, Oligoelementi, Lipidi e Aminoacidi.

Miriam Maggi