Le 13 sostanze nocive da evitare nei cosmetici

prodotti di bellezza cancerogeni e pericolosiSiamo bombardati da pubblicità con modelle stratosferiche dai capelli incredibilmente lucidi e sani, la loro pelle è così radiosa tanto da mettere mano, immediatamente, al portafogli per contare gli ultimi spiccioli a nostra disposizione.

Dopo qualche giorno o settimana ci catapultiamo tra gli scaffali e come Frodo (del Signore degli Anelli) pensiamo di possedere un tesoro inestimabile e da provare appena giunti a casa. Non è tutto oro quel che luccica.
Attenzione ad una cosa fondamentale: gli Inci. Gli ingredienti scritti in minuscolo sull’etichetta retrostante, sono quelli per i quali vale la pena acquistare una lente di ingrandimento. Quelli che, spesso, ignoriamo sono il frutto del nostro malessere ed il fallimento delle pubblicità progresso.

prodotti-di-bellezza-nocivi
La maggior parte dei prodotti che troviamo in profumeria o nei supermarket e che usiamo ogni giorno, in realtà contengono ingredienti non solo dannosi alla cute ma sfibrano punte, dilatano pori  e punti neri e, soprattutto, sono cancerogeni.
Nella maggior parte degli shampi, balsami e creme “prestigiose” si nascondono siliconi, tensioattivi aggressivi e conservanti tali da danneggiare irrimediabilmente i nostri capelli e la nostra cute.

Gli ingredienti dannosi più diffusi per pelle e capelli

Aprite il vostro beauty e controllate che non ci siano:
SILICONI:

  • dimethicone
  • cyclomethicone
  • ciclopentasiloxane

CONSERVANTI:

  • formaldheyde
  • benzylhemiformal
  • cocamide mea- tea- dea
  • sls-sodium lauryl sulfate
  • triclosan

PETROLATI:

  • petrolatum
  • paraffina
  • vaselina
  • paraffinum liquidum
  • mineral oil

ingredienti-tossici-per-make-up

I marchi di cosmetica da evitare

SHAMPOO: La maggior parte dei prodotti da supermercato, ma attenzione anche ad alcuni marchi spacciati per professionali.
CREMA: Fate attenzione alle creme più econimiche, a quelle più commerciali, ma anche ai marchi costosissimi da profumeria.
OLIO: Anche qui leggete attentamente gli ingredienti. Prediligete i prodotti erboristici più che quelli da supermercato.

Miriam Maggi