Dieta inglese 5:2 – il Digiuno Intermittente

dieta 5 2 digiuno intermittenteSe la dieta Dukan ha avuto un successo planetario, aspettate di vedere cosa accadrà con la dieta 5:2.

Si tratta della nuova dieta dell’estate che promette risultati sorprendenti e immediati. Si tratta di una dieta che arriva dall’Inghilterra e che sta diventando una vera mania.

Tantissime infatti le celebrità che hanno deciso di seguirla tra cui Jennifer Lopez, Beyoncè, Ben Affleck e Kate Hudson.

Il nome britannico è The Fast Diet ovvero la dieta del digiuno. Esatto, se infatti i nutrizionisti più accreditati ci hanno sempre consigliato di non saltare i pasti, in questa occasione è consigliato proprio lui…il digiuno.

dieta michael mosley

La dieta è stata ideata e messa a punto da Michael Mosley, giornalista medico, e Mimì Spencer, scrittrice di moda e cibo che insieme hanno deciso di aiutare la popolazione britannica (ma non solo) a perdere peso con la nuova formula 5:2.

In cosa consiste la Dieta 5:2

La dieta inglese 5:2 Intermittent Fasting prevede la scelta di due giorni a settimana, denominati fasting days (mai di fila), in è possibile assumere un massimo di 600 calorie per gli uomini e 500 per le donne. I restanti giorni della settimana sono invece “liberi”: è possibile mangiare ciò che si desidera senza naturalmente esagerare (sono ammessi anche i cibi fritti, i dolci, gli alcolici, le bevande zuccherate e quelle gassate).

dieta-digiuno-intermittente

Quanti chili si perdono con la dieta 5:2

La promessa è quella di perdere 0.46 Kg a settimana per le donne e un po’ di più per gli uomini.

I due autori della dieta prima di pubblicizzarla hanno scelto di sperimentarla in prima persona e i risultati sono stati favolosi. Entrambi assicurano di aver perso 10 chili ciascuno in 9 settimane.

dieta-5-2-digiuno-intermittente

La dieta 5:2 funziona?

Stando ai commenti di chi l’ha provata la dieta del digiuno intermittente funziona e le rinuncie non sono poi così impossibili. Sembra più che altro una dieta adatta a brevi periodi, come la dieta plank. Il fisico infatti si abitua al trucco e il metabolismo si adatta alla mancanza di cibo data dal digiuno, fino a consumare sempre meno calorie.

I rischi del digiuno intermittente

E’ di dovere però sottolineare come questa dieta sia tutt’altro che esente da preoccupanti rischi. Infatti, secondo la National Health Service (il sistema sanitario in vigore nel Regno Unito), il digiuno a intermittenza, si rivela causa di ansia, irritabilità ma anche alitosi e disidratazione.

libro-ricette-poche-calorie

Visto il grandissimo successo di questa dieta, Mosley e Spencer si sono dedicati alla realizzazione e alla pubblicazione di un libro di ricette a basso contenuto calorico.