Chirurgia estetica seno. Tutte le informazioni

mastoplastica-additiva-chirurgia-seno-come-scegliere-la-forma-del-seno-grandezza-dimensioni-senoPer una donna, ormai è ben noto anche all’universo maschile, il seno delle giuste dimensioni è il simbolo della propria femminilità e sensualità. Non a caso, avere un seno pieno, tondo, giovane e rigorosamente proporzionato al resto del corpo è il desiderio di tutte le donne. Anche di coloro che non curano con ossessione, o almeno con particolare costanza, la bellezza del proprio aspetto fisico.

Scopriamo insieme quali sono gli interventi di chirurgia plastica del seno, in cosa consistono e quando sceglierli.

Gli interventi di chirurgia estetica seno.

  • Mastoplastica additiva. Cos’è.

La mastoplastica additiva, oggi l’intervento di chirurgia più richiesto, consiste nell’inserimento di una protesi inserita in posizione retroghiandolare (tra la ghiandola e il muscolo) o retromuscolare (dietro il pettorale), a seconda dei diversi casi. In fase di intervento il chirurgo pratica delle incisioni a semicerchio lungo il perimetro inferiore dell’areola, per permettere l’inserimento della protesi. La cicatrice diventa in breve tempo invisibile perché camuffata tra la pelle e la mucosa del capezzolo.

  • Mastopessi. Di cosa si tratta e quando sceglierla.

La mastopessi è l’intervento di chirurgia plastica finalizzato a risollevare il seno svuotato e cadente, dopo gravidanza, allattamento o dimagrimento eccessivo. Corregge quindi lo svuotamento del seno.

come-scegliere-dimensione-seno-chirurgia-seno-seno-grande

Chirurgia plastica del seno, quando e perchè sceglierla

Le motivazioni principali e ricorrenti che spingono una donna a optare per l’intervento sono essenzialmente due: un seno poco sviluppato, oppure un seno piccolo rispetto ai desideri della paziente o alla struttura corporea, o spesso perché si ha un seno svuotato in seguito ad un rapido ed eccessivo dimagrimento.

Poi c’è il naturale invecchiamento del décolleté (scollatura) che si evidenzia con il passare degli anni, dovuto spesso anche all’eccessiva esposizione solare.

Quando si decide di intervenire con la chirurgia estetica del seno, ricorrendo quindi all’aiuto di un serio professionista specializzato, la prima cosa è farsi consigliare e guidare nella migliore soluzione dal punto di vista medico ed estetico.

mastoplastica-additiva-chirurgia-seno-come-scegliere-dimensione-giusta

Come scegliere la grandezza della protesi e la forma del seno?

A questo punto sorgono due domande spontanea e ricorrente tra le donne di tutte le età: qual è la giusta grandezza per un seno? E quale forma del seno scegliere?
Precisiamo subito che la forma, la dimensione e l’aspetto generale del proprio decolté non devono essere dettati dalla moda o dalle tendenze del momento (la TV e il cinema sono cattivi consiglieri e non sempre esempi da seguire o prendere a modello), ma neanche dal desiderio di piacere di più al proprio partner o di fare nuove conquiste, perché i gusti personali possono cambiare e ricorrere alla chirurgia estetica solo per soddisfare solo un capriccio non è una saggia decisione.

  • Come capire la grandezza giusta del seno

Per farsi un’ idea di come si potrà apparire con il nuovo seno basta provare un reggiseno più grande, esso fungerà da indicatore per selezionare il tipo di protesi.

Per essere più precise però è possibile consultare le tabelle di conversione che stabiliscono qual è la misura appropriata della protesi (espressa in centimetri cubici), rispetto al volume richiesto e immaginato.

Possiamo quindi affermare che la dimensione “giusta”, se così possiamo definirla, per avere un seno naturale ed elegante è quella che risulta esteticamente naturale e in armonia con il resto del proprio corpo.

  • Come scegliere la forma del seno

Anche la questione “forma” non è delle più semplici. Le forme del seno naturale sono svariate, ma quando si parla di protesi la scelta non è poi così vasta. Sarà il chirurgo a consigliare la forma migliore anche in base alla situazione di partenza.

Consigli prima della mastoplastica additiva

Va da se che se la paziente dopo la mastoplastica additiva dovesse dimagrire drasticamente, la protesi avrà una copertura carente e conseguentemente potrà essere avvertita al tatto.

Il consiglio è quello di avvicinarsi all’intervento con il peso forma desiderato.

Inoltre, è da sottolineare che prima o poi queste protesi vanno sostituite, anche se non è prevista una data di scadenza precisa da rispettare.

È anche opportuno ricordare, per la cura del proprio corpo, che aumenti e diminuzioni di peso, eventuali gravidanze, una massiccia esposizione solare e il naturale passare degli anni modificano la forma del seno e contribuiscono a far perdere la coerenza tra la dimensione del seno e quella della protesi. In questi casi l’intervento di mastoplastica additiva eseguito dovrà essere revisionato e le protesi sostituite.
Come in ogni altra situazione, anche nel campo della chirurgia estetica, prima di affidarsi ad un medico, è opportuno raccogliere informazioni sul suo conto, accertarsi della sua esperienza sul campo e ascoltare più pareri.

Sabrina Lamanna