4 cattive abitudini che crediamo sane, ma non lo sono

cattive abitudini che crediamo saneCapita spesso di far diventare abitudinaria un’azione che crediamo sana, per poi scoprire che in realtà ci sbagliavamo. Le “vecchie sane abitudini”, sono davvero così ottimali per il nostro organismo? Purtroppo, o per fortuna, è giunto il momento di sfatare alcuni falsi-miti.

Esistono più abitudini che reputiamo salutari, che crediamo essere importanti per il benessere del corpo, ma che in realtà vanno sfatate. Scopriamo quindi insieme quali sono le 4 cattive abitudini che crediamo sane, ma non lo sono affatto.

01Bere molta acqua fa male

bere-troppa-acqua-fa-male

Qui molti inizieranno a storcere gli occhi o penseranno che ciò che sto per dire non può essere vero. In realtà l’abitudine di bere molta acqua è sempre consigliato e sempre lo sarà, ma anche qui, come si suol dire, “il troppo storpia”. Ok un litro e mezzo di acqua al giorno, ma attenzione a non esagerare. Esiste infatti una vera e propria malattia che porta ad essere dipendenti da acqua. Esatto, gli anglosassoni la definiscono acquaholic e si tratta di una dipendenza che porta a bere anche sette litri di acqua al giorno.

Le conseguenze sono disastrose e si può incorrere nell’iponatremia, in uno scompenso cardiaco e nell’insonnia.

02Gli integratori vitaminici sì, ma solo con parsimonia

integratori-alimentari-fanno-male

Quando frutta e verdura non bastano, quando la vita frenetica ci fa “traballare”, ci affidiamo a integratori e multivitaminici. Anche in questo caso la parsimonia è l’opzione più consigliata. E’ infatti stato dimostrato che alte dosi di integratori contenenti ferro, magnesio e vitamina B6, incrementano il tasso di mortalità delle donne anziane. Allo stesso modo, è stato dimostrato che per gli uomini l’assunzione di vitamina E in dosi massicce, aumenta il rischio di cancro alla prostata.

03Non esagerare con la protezione solare

troppa-protezione-solare-fa-male

Questa è una delle 4 cattive abitudini che crediamo sane che più mi stupisce. Sin da piccoli infatti siamo stati letteralmente bombardati dall’idea, che diventa spesso ossessione, di dover sempre proteggere la pelle dai raggi solari. Tale abitudine non è assolutamente sbagliata, ma recentemente è stato dimostrato che esporre la pelle al sole senza filtri protettivi può giovare. Il sole infatti, se preso in maniera moderata (non più di dieci minuti al giorno senza protezione), aiuterebbe a prevenire la carenza di vitamina D (causa di rachitismo, osteomalacia e depressione).

04Evitare troppo sport la mattina

troppo-sport-fa-male

C’è chi fa jogging la mattina prima di andare a lavoro e c’è chi sceglie di dedicarsi a un’ora di palestra prima di iniziare la giornata. Una di queste due abitudini è sbagliata. Quale? La seconda. Già, stando a una ricerca condotta in Inghilterra, fare troppo sport la mattina (ad esempio una seduta intensa di attrezzi) non sarebbe poi così salutare. Il rischio di infezioni (batteriche e virali) sarenne infatti più alto e, di conseguenza, la possibilità di compromettere il sistema immunitario risulterebbe maggiore.